Editoriale cordiale: l’inverno a primavera

E' primavera là fuori. Inverno dentro. Vorrei partire....Vorrei ma non posso. I miei sogni d'anarchia sono sepolti, prigionieri di quattro mura. Orrendo, mi arrendo, libero a metà. Si può essere liberi a metà ? In tutta questa confusione colma di falsità mediatiche e di sciacalli della politica, provo ad usare il blog per prendermi una … Continua a leggere Editoriale cordiale: l’inverno a primavera

Editoriale cordiale: resteremo gregge o ci evolveremo ?

Io direi che qui si possa resistere ancora al massimo quindici giorni, che a voler guardar bene sono anche tanti. Per noi italiani, intendo. Poi ognuno comincerà a farsi i cazzi propri perché siam pronti alla morte, lo dice lo spartito, e perché in questo paese con le pezze al culo (causa mafiosi, politici corrotti … Continua a leggere Editoriale cordiale: resteremo gregge o ci evolveremo ?

Editoriale cordiale: ci hanno preso anche il bar !

Scrivere è un po' come parlare da soli. Io non scrivo neanche più, uso il dettatore e parlo realmente da solo. Col dettatore devo scandire u-na sil-la-ba alla volta ed avendo un microfono oramai "sminchiato" spesso devo urlare (lo ammetto a volte bestemmio anche). L'impresa di pulizie del mio condominio, quando mi lava il pianerottolo, … Continua a leggere Editoriale cordiale: ci hanno preso anche il bar !

Editoriale cordiale: in sospeso

Sono qui che cerco di leggere i giornali online ma internet, in questi giorni di telelavoro, fa i capricci; ci deve essere un assalto e il mio merdoso operatore, nonostante le promesse di velocità, con la fibra vedrai, vedrai..... mi fa andare a 2 all'ora.. Mentre aspetto che il sito ricarichi, ne approfitto per spararvi … Continua a leggere Editoriale cordiale: in sospeso

Editoriale cordiale: pensavo di avere più tempo.

In questi giorni di ferie forzate, credevo di avere più tempo per il blog. Invece mi sbagliavo. O meglio, il tempo ci sarebbe anche, ma è l'ispirazione (forse dovrei dire la voglia) che manca. Sono scarico, vuoto. Uscire dalla routine sembrerebbe avermi resettato. Mi sono reso conto che questo mio scrivere è da ritenersi una … Continua a leggere Editoriale cordiale: pensavo di avere più tempo.

Editoriale cordiale: non cambia niente

Qui nella bassa pianura, nella zona gialla, si è perso un po' di entusiasmo. Ci si guarda un po' in cagnesco, ci si rompe un po' i coglioni ed ora, che è arrivata anche la pioggia, quando si guarda fuori dalla finestra, tutto è più grigio. Ma praticamente non è cambiato niente, anche prima del … Continua a leggere Editoriale cordiale: non cambia niente

Editoriale cordiale: combinazioni, amuchina e la scorta al supermercato

Con 25° ad Aosta il 24 di Febbraio ce ne stiamo qui, schizzati e paranoici, a commentare ad ogni minuto l'escalation del Coronavirus. Qualcuno l'ha messo in giro in Cina, la più grande economia del pianeta, e noi, unici amici dei cinesi in Europa, siamo tra i più esposti. Combinazioni. Però i fiumi sono al … Continua a leggere Editoriale cordiale: combinazioni, amuchina e la scorta al supermercato