Avincola, i culi ed un sacco di banalità nel Festival dei fiori (ma poi è arrivata la Bertè e son venuto….aaaahhhhh)

Lo ammetto mi sono collegato in ritardo. Quando ho acceso la TV il mio vicino di casa stava urlando al telefono che mi son detto: “stan già cantando”. Invece era lui sul balcone, con la sua tuta da ginnastica da atleta dell’est modello europei di Helsinki, quelli di atletica del 71……Non avete presente ? Questi qui:

Bè, accendo e c’è uno con i baffi vestito di rosso con un pallone da calcio in mano. Cristo, mi vien voglia di girare, ma il pezzo alla Calcutta non è male. Scopro che si chiama Avincola. Giusto il tempo di informarmi su chi è e chi non è, che il televoto l’ha già mandato a casa. Minkia, van veloci quest’anno………

Si, sono andati veloci con una marea di banalità sul teatro vuoto, sulle sedie senza culi seduti sopra, con valletti e vallette improvvisati, ma Amadeus non è Arbore, Fiorello non è Frassica e quindi mi son fatto un doppio Jack per ridere un po’ da solo.

Poi per fortuna è arrivata la Bertè, ma ho già scritto tutto nel titolo.

Ah, dimenticavo, il pezzo che mi è piacito di più è questo:

Saluti e baci…..anche dal mio vicino di casa.

9 pensieri riguardo “Avincola, i culi ed un sacco di banalità nel Festival dei fiori (ma poi è arrivata la Bertè e son venuto….aaaahhhhh)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...