Come lenta nevicata

Come lenta nevicata,

chiusi in casa a lucidar astiosi bicchieri

di carta cerata

cercando aruspici e bestemmie sul fondo

con stridenti silenzi

requiem, musica di sottofondo.

Così il nostro amore che cade giù

sguardi opposti su finestre specchio

luce che non s’accende più

un’emozione che sa di vecchio.

One thought on “Come lenta nevicata

Rispondi a Filippo Fenara Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...