Donnine alla moda

minia kubo
OGNI RIFERIMENTO A PERSONE ESISTENTI O A FATTI REALMENTE ACCADUTI È PURAMENTE CASUALE

PRIMO CAPITOLO: Un selfie pieno di speranze

 É sabato pomeriggio, la corsia centrale dei grandi magazzini “Le colonne” é piena di gente che fa shopping.

Nei camerini dei negozi d’abbigliamento c’è la fila……Due capi alla volta mi raccomando, che tanto poi non comprate un cazzo….C’è crisi, si aspettano i saldi, oppure si prova la taglia e poi si compra su Amazon.

Susy Mary si fa un selfie in camerino: “Ecco, questo lo metto su Instagram #mirrorselfie #zoccola #shopping……”donnine 1a“Dovrei fare almeno mille like, e poi mi chiamerà un produttore che mi porterà a Cinecittà e da lì a Hollywood, oppure mi chiama Maria e sarò una tronista, oppure…. 

driiiin” oh mio dio, mi hanno già selezionata….che faccio rispondo….vado in video chiamata…oh mio dio…Pronto !? “Buongiorno signorina Susy Mary, qui é l’agenzia di collocamento, volevamo informarla che si é liberato un posto da Murder king; se le interessa potrebbe già cominciare questa sera…. sempre che non la chiamino a Cinecittà !

RISATE DONNINEQualche ora dopo nella cucina di Murder King: “Ehi Barbara Bouchet  due patatine e due bigshit ! ” “Arrivano subito…….stronzo”

A fine turno la nostra Susy se ne torna finalmente a casa con quel buon profumino di fritto variegato al cetriolo.unnamedSu Instragram non se l’è cagata nessuno ed ora non le rimane che guardarsi on demand la puntata di Uomini e Donne. Li é tutto finto, ma lei non lo sa.

É invece tutto vero quello che succede nell’appartamento della sua vicina; attraverso il muro arrivano infatti simpatici vocalizzi………..

donnine 1b

Ma Susy Mary é un po’ di legno e certe cose…….forse……..chissà………

SECONDO CAPITOLO: Sognando i tropici

 La nostra Susy Mary se ne stava sulla sdraio, sul suo balcone, nel suo triste appartamento di periferia.

don2 1a

Per un attimo chiuse gli occhi e finse d’essere ai tropici (che poi manco sapeva dove fossero). Si immaginò ad un cocktail party circondata da bella gente ricca che chiacchierava davanti a grandi tavoli ricoperti da candide tovaglie, colmi di bicchieri e di cestini di frutta esotica: papaya, avocado, mango (che poi manco sapeva come fosse fatto un mango).

Ecco é fatto cosí, ti faccio un disegno:

mango

Beata ignoranza.

A breve Susy se ne sarebbe dovuta andare al lavoro; il suo turno da “Murder king” prevedeva sei ore, dalle sedici alle ventidue, a friggere patate.

Si alzò dalla sdraio; il vicino del piano di sopra si era divertito abbastanza a guardarle il culo. Magari le aveva fatto qualche foto, ma Susy si divertiva anche così.

Pure la sua vicina Santina pareva si stesse divertendo un fottio. I colpi di frusta si avvertivano distintamente per tutto il palazzo mischiandosi ai mugugni ed alle molte parolacce di completamento dell’eccitante sound.

Susy, già in divisa da rosticciera, provò ad immaginarsi la scena….

don2 2b

Poi, con un mezzo sorriso, aprì la porta, scese le scale e s’incamminò verso il garage.

TERZO CAPITOLO: la vicina di casa

Con i primi stipendi da fame guadagnati da Murder King , la nostra Susy Mary fu costretta a fare delle scelte. Mentre pensierosa si aggirava per la stanza, davanti allo specchio notò che il suo fisico avrebbe avuto bisogno di qualche ritocchino.

“Con il mio stipendio merdoso il chirurgo plastico me lo sogno…….Dovrò tornare in palestra” disse tra sé, rimirandosi.

don 3

Così fece.

Si iscrisse al MVP country sticazzi Club buttando tutti i suoi primi risparmi in un abbonamento base, per sei mesi, senza istruttore, ma con salviettina omaggio 20X30, da bidet.

0ddf453fb7b4d6893eaff778352c80aa

Quando arrivò al club per la prima volta notò che nel parcheggio la macchina più scarsa era una Lamborghini d’epoca del 1962

annunciomymoto

Nello spogliatoio trovò qualche milf. Poi all’improvviso, dalla zona docce uscì in tutto il suo splendore Santina, la sua vicina di casa.

“Ma ciaaaaooo Susy, anche tu qui ?”

Susy la guardò con invidia. Minchia che cavalla, pensò.

“Allora Susy come va con il nuovo lavoro ?”

“Diciamo che va……Però è provvisorio, mi sto guardando intorno, sto cercando qualcosa di meglio……”

Santina si era vestita e si stava mangiando una banana. “Sai, per il potassio…….Comunque è giusto cercare di migliorarsi sempre nella vita…..Adesso scappo perchè devo tornare al lavoro. Quando vuoi passa a trovarmi che ci beviamo un caffè e facciamo quattro chiacchiere…Ciao”.

Susy Mary entrò in sala fitness e subito si esibì allo squat. Domani non avrebbe sentito più le gambe.

don 3 c

Certo, da Murder King nessuno le avrebbe guardato il culo, ma Susy voleva fare la soubrette e prima o poi qualcuno, forse, chissà………Mentre sognava ad occhi aperti e a chiappe strette, lo sguardo le cadde sull’orologio. Era in ritardo.

Si fece una doccia veloce, niente banana per il potassio, ed uscì. S’incamminò a passi svelti verso la fermata del tram e notò uno strano movimento sulla Lamborghini del 1962. Santina stava lavorando.

don 3 b

Arrivò il tram e Susy Mary ci si attaccò. Sul suo volto apparve un sorriso soddisfatto. Timbrò il biglietto e si diresse a friggere patatine.

QUARTO CAPITOLO: la proposta

 Susy Mary si decise ad andare a casa di Santina nel  giorno di riposo dal lavoro. Dovevano bersi un caffè e fare quattro chiacchiere tra vicine. Susy attraversò il pianerottolo e, prima di suonare il campanello, notò che sulla targhetta non c’era ne il nome ne il cognome ma un semplice “Lola”; probabilmente il nome della precedente inquilina o forse……

Santina si presentò sull’uscio in t-shirt e perizoma: ” Ciaaaooo, vieni….accomodati pure, siediti dove vuoi, io metto su la moka”

don 4 a

Con quelle chiappe di marmo, probabilmente prima ci aveva macinato i chicchi, pensò Susy Mary.

Dopo qualche convenevole, mentre sorseggiavano il caffè, Santina andò subito al punto: ” Vedi cara, dovresti cominciare anche tu a guardare le cose da un altro punto di vista…..Devi capire che a questo mondo i soldi li si fa o rubando oppure aprendo le……proprie…..Vedute !”

Susy fece finta di capire sussurrando un: “si…. ma infatti…” e probabilmente aveva anche capito tutto al 100%. “Vieni Susy, ti volevo far vedere qualche vestitino che non metto più, se poi ti piacciono te li regalo….oh, non ti offendere, é tutta roba praticamente nuova, mi dispiacerebbe buttarla”. Si spostarono quindi in camera da letto dove c’era un’enorme cabina armadio e sparsi qua e là alcuni curiosi soprammobili a forma di zucchina.

Avete presente le zucchine ? Suppongo di si e quindi questa volta non starò a farvi il disegnino.

” Ecco – disse Santina – comincia col provare questo, dovrebbe andarti perfetto” e si distese compiaciuta sul letto a godersi la sfilata.

don 4 b2

“Wow, questo ti sta proprio bene……..viene fuori la cavalla che c’è in te !”

Ecco, se Susy avesse tirato fuori il suo lato equestre, probabilmente avrebbe dato una svolta alla sua vita professionale.

Quel pomeriggio Santina, oltre a regalarle vestiti e perle di saggezza, chiese a Susy Mary di cominciare a lavorare con lei: ” Tu bella pensaci con calma e fra qualche giorno mi fai sapere”. Poi le due vicine si salutarono sull’uscio.

don 4 cc

Susy rientrò in casa un po’ confusa ed un dubbio le passò per la testa: ” e per i contributi inps ?”

continua……forse

(Questa serie, scritta e disegnata da Kubo, è stata pubblicata a puntate sul blog a partire da Aprile del 2020 e non è mai stata portata a termine. Ieri il Kubo mi ha telefonato dicendomi “….mi sono ricordato che ho lasciato senza finale Donnine alla moda, cosa faccio provo a buttar giù un finale ?” Non so vedi tu.)

4 pensieri riguardo “Donnine alla moda

  1. A proposito di strani “rumori” provenienti dai vicini di casa.
    Qualche anno fa, senza farmi problemi, ho suonato il campanello della tipa e le ho detto chiaramente che si sente tutto.
    E’ diventata rossissima ed imbarazzata, ma credo fosse meglio dirglielo, perché in un condominio tutti sentono tutto, specialmente certi tipi di rumori.
    In effetti da quel giorno è stata più silenziosa.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...