Editoriale cordiale: danza macabra

Immagine 4

Siamo ancora qui. E nonostante tutto siamo ancora vivi.

Magra consolazione.

In questi momenti siamo un po’ tutti precari e mai, come in questi giorni, ci si sente sospesi e legati al momento. Aspettative ? Zero.

Proprio perchè non ci si può immaginare nulla (tipo dove e come saremo tra due o tre mesi), si vive alla giornata, il qui ed ora .

I progetti a lunga scadenza è meglio levarseli dalla testa.

Non so se mi sono spiegato.

Non avvertite anche voi quel sottile velo di insicurezza avvolgere tutto il nostro quotidiano ?

Noto che in molti però si stanno illudendo e pensano che, col passare del tempo, tutta questa storiaccia  si trasformerà in un triste ricordo.

Noto anche che c’è gente che ha ripreso la solista festa.

Come l’orchestra che suonava sul Titanic, come il ballare durante la peste.

 

 

One thought on “Editoriale cordiale: danza macabra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...