Tutta l’anarchia che c’è: contro il lavoro

WhatsApp Image 2020-02-17 at 11.06.36

La distruzione delle risorse naturali continua senza sosta, la frammentazione sociale del mondo ha raggiunto proporzioni drammatiche, a livello politico si assiste ad un inquietante ritorno di ideologie identitarie, accompagnato dall’ emergere di partiti e movimenti nazionalisti, al tempo stesso portatori di posizioni estremiste di destra e populiste di sinistra. Non deve però sorprendere che l’esaltazione quasi religiosa del lavoro non ne abbia risentito, poiché essa rappresenta un elemento costitutivo della soggettività moderna…(Dal manifesto contro il lavoro, vent’anni dopo di Norbert Trenkle)

Intervista a Philippe Godard

 

Risultato immagini per Contro il lavoro

Critiche erronee ci hanno indotto a credere che il lavoro attuale sia nefasto solo perché procura un profitto a chi non lavora, ai parassiti, o perché sfrutta ferocemente i lavoratori, o perché nella sua versione capitalistica non ha etica.. come se non fosse il lavoro in sé a essere nocivo. Come se il profitto non fosse inscindibilmente legato al lavoro e l’appropriazione non fosse il fondamento di ogni economia. Come se si potesse lavorare senza essere sfruttati. Come se il lavoro potesse adattarsi a un’etica della liberazione e coabitare con essa. In realtà non abbiamo scelta: lavoro o liberazione.[…]

Philippe Godard

 

(a cura di G.R. Debordi)

 

One thought on “Tutta l’anarchia che c’è: contro il lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...