Breve diario scritto in macchina (1)

Immagine 4

Il diario scritto in macchina comincia in un parcheggio di una qualsiasi zona industriale.

Esco per andare al lavoro sempre in largo anticipo e mi fermo per riordinare le idee.

Difficile riordinare le idee nel mio cervello “ipermumblemumble”.

 

E’ iniziato l’anno nuovo e potrebbe succedere di tutto.

Ho la batteria dell’auto un po’ bassa. Potrei non ripartire. Da due mesi ho un’infiammazione al gomito destro (credo sia dovuta all’ eccesso di mouse), la sto curando per tentativi ed errori.

Ho quasi terminato gli errori.

Il mio dottore è uccel di bosco da parecchio e mi spiacerebbe farlo rientrare dalla sua vacanza in barca, interrompendo  la sua voglia di non fare un cazzo, per un’infiammazione da mouse.

Dite che dovrei cambiare dottore ?

 

Con il nuovo anno dovrei cambiare molte cose.

Dovrei cambiare il modo di pensare, che poi magari mi viene l’idea decisiva; poi magari la potrei anche mettere in pratica.

Il futuro è sempre lì, a portata di mano.

Certo, se riuscissi a distendere il braccio……….


 

Questa mattina siamo a meno 3 gradi. La mia pausa creativa pre-lavoro, nel solito parcheggio, durerà solo pochi minuti, giusto il tempo di scrivervi queste brevi righe.
È una settimana pesantuccia, oramai siete tornati tutti nella vostra routine quotidiana. Il mio pensiero di oggi va agli studenti (soprattutto a quelli svogliati) che durante le vacanze natalizie si sono tolti momentaneamente il problema studio, sveglia al mattino presto, interrogazioni, etc, etc, etc.
Lo so, è dura.
Lo so, vorreste essere ancora in vacanza e vorreste esserlo per sempre.
Vi do una notizia cattiva e una buona: non si può passare tutta la vita a fare un cazzo, ma ci si può divertire per tutta la vita.
Fatevi però prima qualche domanda: cosa vi piace fare ? Avete una passione che dipenda solo da voi ?
Ecco, cominciate a studiare come poterla trasformare in business. Mi raccomando, solo cose legali……. Perché vi conosco mascherine !
Ora esco dal parcheggio e vado a fare quello che mi piace. Stare in mezzo alla gente e rallegrarla con le mie storie.
Ci sentiamo alla prossima.


 

Siamo arrivati a metà Gennaio e fuori ci sono 15 gradi. Hanno forse spostato la primavera più in qua ?
Il tepore di questo inverno anomalo non mi dà affatto fastidio. I miei pensieri scritti in macchina saranno meno gelidi.









Non so voi, ma io ho avuto un weekend abbastanza alcolico. Mi sa che un po’ tutti hanno weekend beverecci; vi ho visti, sabato sera, esagerare al pub e pure domenica all’ aperitivo fare tre giri di Campari col bianco.
C’è sempre bisogno di stordirsi.
Chissà perché ?
Poi l’importante e non mettersi alla guida anche se, uscendo barcollanti da un bar, come un Andy Capp qualsiasi, c’è il rischio di farsi stirare al primo incrocio, mentre attraversate fuori dalle strisce pedonali.
Comunque un’idea, sul perché si beva forte nel fine settimana, io me la sono fatta. Sarà che siamo stanchi di autocontrollarci ed essere finti per 5/6 giorni alla settimana ?
Bisognerebbe cominciare a bere anche sul posto di lavoro per vedere l’effetto che fa !
Bisognerebbe evitare di starsene trattenuti (come cani alla catena) e mandare a fare in culo quelli che se lo meritano, anche se sono tra i vostri clienti o tra i vostri colleghi.
A me piacerebbe lavorare in un Sexy Shop solo per poter dire, mentre presento un prodotto ad un cliente:
” Ecco, vede…… questo se lo può mettere nel culo !”
Dite che sono magre consolazioni ?


 

Questo ve lo scrivo di notte.

Meno 7 gradi nella mia Toyota ore 00,00. E’ l’ora delle streghe, dei fantasmi. E’ l’ora che non si sa che giorno sia. Che giorno sarà domani………

Sarà quel che sarà, come diceva la canzone.

Sarà che ne ho anche pieni i santissimi.

Ascolto un po’ di musica sulla mia chiavetta usb.

Ascolto e vorrei farlo con voi, come se foste qui con me, perchè ho bisogno di compagnia.

Si, questa notte ho bisogno di compagnia.

Ciao, come state ?


 

Se sono ridotto a scrivere in macchina, un motivo ci sarà.
Non ho tempo.
Vorrei fare un sacco di cose, le inizio tutte e non ne finisco mezza.
Riconosco di essere un inconcludente nato, ma è più forte di me buttarmi a capofitto su qualsiasi cosa mi dia interesse e all’ apparenza mi appassioni, salvo poi rendermi conto che non basterà una vita per approfondire tutto quello che mi incuriosisce.
Dovrei scegliere.
Ora, se devo dirla tutta, anche star dietro a questo scalcagnato blog comincia ad essere complicato.
Quindi prendetelo un po’ come viene; non aspettatevi che si rispettino scadenze e che si continui a pubblicare a ruota libera le nostre cazzate.
Soprattutto in merito alla satira e al sarcasmo (che ci sgorga da ogni poro della pelle), considerando anche il fatto che molti, in questi tempi confusi, hanno senso dell’ironia pari a zero e si offendono e querelano per un nonnulla.
C’è in giro infatti un sacco di gente triste che neppure dopo due bicchieri di vino riesce a sorridere.
Ok, ora accendo il motore e vado.
Uno di questi giorni arriverò davanti all’ ingresso del luogo in cui lavoro ed al posto di infilarmi nel solito parcheggio darò gas……
Ve l’ho detto sopra……..
Sono un inconcludente.


 

Passo in macchina ed entro nella scena del bar.

Un caffè al bancone mentre ascolto i discorsi degli altri.

I due vestiti bene a sinistra parlano di soldi.

La coppia seduta appena dietro si guarda negli occhi.

La barista batte lo scontrino mentre con la testa é altrove. Lei é ferma a stamattina quando, dopo aver portato il figlio a scuola, ha riscritto l’ennesimo messaggio a sua madre che non le ha ancora perdonato il divorzio.

Le madri non ti vorrebbero mai lasciare andare.

Se non le “uccidi” non ti lasceranno mai andare.

Una telefonata ogni tanto per chiederle: “come stai ?” dovrebbe bastare.

Esco.

Salgo in macchina. In radio passano “c’est la vie”.

(continua)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...