Effetto “sioccante”

calvo miniatura

Presbitero il variopinto, cosi apostrofato per l’originalità della capigliatura, apparteneva alla piccola nobiltà terriera della Val Ditirambo, luogo di villeggiature noto per le celebrazione estive di riti dionisiaci a carattere tumultuoso e orgiastico.

Durante la bassa stagione passava il tempo giocando con il biliardino elettrico, noto alla masnada come “el fliper”. Sull’argomento poteva esibire una laurea da 110 e lode e un paio di menzioni d’onore conseguite nelle bettole più malfamate di Terzo (quasi) Santificato, Quarto Oggiaro, Quinto Stampi e Sesto Ulteriano. Al settimo (non rubare) s’era dovuto fermare per ovvie ragioni.

Va tuttavia precisato che per i “ditirambici” non era nulla di straordinario, visto che i più assatanati sventolavano titoli accademici di “Pinball” conseguiti all’università dello Ohio (Usa). Presbitero però aveva trovato il modo di neutralizzare il “tilt”, tanto che il “coso elettrico” lo seguiva ovunque lo portasse, come un cagnolino scodinzolante. Metodo semplice ma geniale: applicava sul fondo del biliardino una potente calamita, la quale “ipnotizzava” il pendolino malvagio rendendole immobile come una stoccafisso congelato. Il problema, però, era quello di trovare la giusta intensità di magnetizzazione, poiché se sbagliavi la regolazione mandavi tutto in vacca e se esageravi con il caricamento poteva succedere di peggio.

E infatti… Zok! Solo anni dopo il “luk” venne copiato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...